L’estate finora ha mostrato il volto instabile

L’estate finora è stata poco stabile e il sole si è visto non troppo. Il mese di luglio, nonostante temperature spesso al di sopra della media almeno in alta quota, è stato molto instabile. Lo zero termico a più ripresa ha superato quota 4000 metri senza particolari ondate di caldo.
Durante il mese di luglio ci sono stati numerosi temporali che, per fortuna, non hanno arrecato danni al territorio della Val di Fassa. 
Le giornate stabili e soleggiate senza precipitazioni sono state poche; quasi quotidianamente ha piovuto in maniera più o meno abbondante.

Luglio è risultato essere molto piovoso con accumuli mensili che superano i 200/250 mm a seconda delle diverse zone della Val di Fassa.
Agosto è cominciato alla stessa maniera di luglio con una differenza, ossia temperature più basse rispetto a luglio con valori prossimi alla media. Proprio per questa ragione, la quota neve in questo inizio mese ha sfiorato i 2600/2800 metri. 
Solo nei primi 8 giorni di agosto sono caduti circa 70 mm di pioggia, un valore considerevole in un lasso di tempo piuttosto breve.
Tra luglio e inizio agosto sono caduti circa 300 mm di pioggia, davvero un surplus notevole.

Ora, invece, sembra che il tempo abbia in programma un cambiamento più deciso votato verso il caldo e la prima vera ondata di caldo della stagione, ma per tutti i dettagli vi rimandiamo alla tendenza. 

 

About the Author

Leave a Reply

*

4 × 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.