Tornano piogge e nevicate

Dopo questo lungo periodo secco sulle Dolomiti e in generale al Nord Italia, finalmente tra sabato e martedì prossimi è atteso un importante peggioramento del tempo.

Sabato 10 aprile tempo in lento peggioramento con qualche precipitazione possibile in serata come conferma Meteo Trentino.
Domenica 11 aprile tempo perturbato con piogge e nevicate possibili dal mattino generalmente di debole intensità. Nevicate al mattino fino a 1400/1500 metri in risalita al di sopra dei 1700/1800 metri come prevede Meteo Trentino.

Tra la serata di lunedì e la giornata di martedì 13 aprile è previsto il transito della perturbazione atlantica vera e propria. Da lunedì sera nel contempo comincerà ad affluire aria più fredda che porterà a un deciso calo della quota neve.
Lunedì 12 aprile piogge in fondovalle e nevicate in quota con piogge moderate diffuse durante la giornata come conferma Arabba meteo. Quota neve inizialmente compresa tra 1800/2000 metri in rapido calo in serata/notte fino a 1400/1500 metri.
Da lunedì notte, quindi, tornerà a nevicare fino in fondovalle in Val di Fassa fino al pomeriggio di martedì 13 aprile come conferma Arabba meteo.

Mediamente i modelli prevedono entro martedì pomeriggio accumuli pluviometrici compresi tra 40 mm e 60 mm. Sono attesi altrettanti cm di neve fresca al di sopra dei 1800/2000 metri. In fondovalle entro fine evento potrebbero cadere circa 15/20 cm con accumuli superiori verso Penia di Canazei.

Mercoledì 14 aprile è previsto il ritorno del sole con temperature che torneranno su valori in media e resteranno su questa linea nei giorni successivi.
Al momento il rischio di nuove precipitazioni nelle giornate successive è quasi nulla. Il tempo tenderà a restare abbastanza stabile.

Finalmente, osiamo dire, una perturbazione tornerà a transitare sul Nord Italia dopo un lungo periodo di secco. L’ultima vera perturbazione transitata su tutto il settentrione risale all’ormai lontano inizio di febbraio. Il periodo successivo è stato caratterizzato da diversi episodio di favonio indotti dallo sfondamento di diversi fronti provenienti dai quadranti nord-occidentali.

Nella foto la Marmolada ieri sera 8 aprile 2021.

About the Author

Leave a Reply

*

sei + dodici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.